Una pigna a Sanremo – “Alabarda spaziale!”

Che fatica. Ve lo dico, amici, che fatica.
Per superare questa serata non solo ci sarebbe voluto un litro di mirto da bere a cena, in via preventiva. Ci vuole l’analista per riprendersi.

Non ho aggettivi per descrivere questa serata di giovedì, se non lenta, poco efficace e da programma di Carlo Conti. Fare le cover a Sanremo movimenta un po’ il menu, ti sembra non sia la solita minestra, ma sembrava di stare ad un gigantesco karaoke. Avendo la consapevolezza, però, che certe canzoni le canto meglio io.

Read More

Una pigna a Sanremo 2016 – La prima puntata non si scorda mai

Prima di tutto devo dirvi una cosa: è scomparso. Non lo troviamo da nessuna parte.

Stasera è incominciato il Festival di Sanremo. Io avevo addirittura messo un allarme sull’iPhone per ricordarmelo, visto che avevo paura di morire collassata a letto dopo una giornata infinita come quella di oggi. Ma dimenticarsene sembrava impossibile, visti gli spot e gli hashtag che ci hanno fatto capitombolare all’Ariston come Povia nel 2006, e quindi ce l’abbiamo fatta. La prima serata non si scorda mai, dicono, ed è da qui che incominciamo a cacciare due balle come facciamo sempre, più o meno da quando eravamo piccoli così.

Quest’anno, come l’anno scorso (sul mare col pattino), conduce Carlo Conti. Che si è preso come dama di compagnia Gabriel Garko, senza un apparente motivo. Visibilmente paffuto nelle guance come sempre – le battute sulla sua faccia rifatta sono più vecchie di quelle sul colore di Carlo Conti – ma che nella versione impiegato con gli occhialini quasi quasi non ci dispiace. Se non fosse per una certa somiglianza…

Read More

Una pigna a Sanremo – s03e04 – Facciamo due conti

Quest’anno sembrava un gomblotto. La finale di Sanremo il giorno di San Valentino, che coincide col sabato di Carnevale. Io che improvvisamente rimango orfana di adsl. Raf che viene ricoverato all’ospedale, Massimo Ranieri a letto con la febbre. Sembrava una tragedia. Eppure quello di Conti è il Festival più visto degli ultimi dieci anni.

MAlika Gif Wired

Anche io ero lì lì per dargli buca. Sono andata ad una festa di Carnevale, io vestita da Heidi e Architetto, ovviamente, da Nonno di Heidi. (Non è stato molto difficile: io nell’armadio ho un sacco di cose colorate e a tinta unita e lui è vestito normalmente come un nonno). Alla fine, non si sa bene per quale motivo, ci siamo ritrovati tutti davanti ad un televisore, telecomando fisso su Rai Uno.

Read More

Una pigna a Sanremo – s03e03 – Push up, fiori e anestetici

Oggi siamo tutti “sotto anestetico”, viste le ore piccole che ci ha costretto a fare Carlo Conti. Ci siamo addormentati ascoltando Se telefonando, avendo ben presente la faccia di Nek e ci siamo svegliati con l’immagine di Maurizio Costanzo che scrive il testo. Terribile.
A parte questo piccolo incidente di percorso, tutto bene da quel di Sanremo: ieri sera c’è stata la serata delle cover, una piccola gara in cui i cantanti hanno interpretato un brano della tradizione italiana. Si sono sfidati a gruppetti di quattro, al più televotato la gloria e l’onore di aver vinto, più un bellissimo premio. Vi dirò in seguito quale.

E’ miracoloso questo Sanremo, comunque. Carlo Conti il Re Mida della tv: milioni i telespettatori di ieri sera e quasi al 50% lo share, nonostante la serata delle cover (o dei duetti) sia da sempre quella un po’ snobbata da tutti. Io, come al solito, dopo un bicchierino di Amaro del capo mi sono messa comoda e ho cercato con tutte le mie forze di prendere la forma del divano. Non si poteva non guardare, ma se vi siete messi a fare dell’altro vi capisco. Se volete recuperare, qui LE DIECI COSE DA SAPERE SULLA TERZA SERATA.

Read More