Tema: Che cosa ho fatto durante le vacanze.

Molta gente dice che quest’estate non ha fatto tanto caldo. Io non so, non saprei dire. So solo che il telecomando dell’aria condizionata l’ho preso in mano molte volte, e spesso impostavo il timer di spegnimento un’ora più avanti, così magari evitavo di sudare anche solo nel fare il tragitto divano-frigorifero per riempirmi il bicchiere di acqua.

Non è stata una bellissima estate, di quelle da incorniciare e da riavvolgere ancora, e ancora, ma tutto sommato non è stata neanche terribile. E’ iniziata in sordina, con una richiesta di andare in vacanza non accolta ed è finita con una vacanza inaspettata, e graditissima. Nel mezzo ci sono state serate in pizzeria col tramonto davanti, cene in famiglia decisamente troppo abbondanti e film, visti soprattutto di mattina e in seconda serata grazie ai canali che Mediaset Premium mi ha gentilmente messo a disposizione per due mesi.
C’è stato anche il mio compleanno, che è stato lo spunto per un weekend di festeggiamenti e baldoria adolescenziale in un posto quasi ad alta quota. Abbiamo dormito in tenda in nove – tranne uno, che ha soggiornato in una meravigliosa legnaia credendo fosse un granaio – ma alla fine non abbiamo neanche dormito, perché a che serve dormire di notte quando poi puoi farlo il giorno dopo? La notte è fatta per sorreggere i tuoi amici che hanno alzato decisamente troppo il gomito e per aiutarli a trovare gli occhiali che hanno perso in mezzo ai campi. Gli occhiali, e la faccia, naturalmente.

Ho anche fatto un periodo detox dal computer: niente blog, Facebook q.b., poco Twitter. Ho una casa in campagna dove la Vodafone prende quando le pare quindi figuriamoci se arriva il segnale del 3G. E’ stata una disintossicazione obbligata, quindi, ma molto gradita.
Non ho letto nessun libro, quest’estate. O meglio sì, ho riletto un libro di Cassola perché lo tenevo nella borsa del mare durante una toccata e fuga di un weekend, ma per il resto non ho letto nulla.
Ho comprato qualche giornale di gossip come al solito: ho scoperto che la moglie di Paolo Bonolis ha un tatuaggio raccapricciante con Padre Pio (ma che Belen e Stefano se ne sono fatti uno raccapricciante lo stesso, anche se la religione non c’entra), che la nuova coppia uscita da Uomini e Donne sogna già un figlio (“dopo quattro mesi è ora di pensare a qualcosa di serio” – “vorremmo un figlio, è ora! Io ed Eugenio abbiamo anche scelto il nome”). Ho visto anche che Gerry Scotti nel suo yacht privato si è cavato giù il costume bagnato rimanendo come mamma l’ha fatto per tre secondi (scandalo!) e che la Tatangelo e Gigi D’Alessio si erano lasciati ma ehi, niente di tutto questo, lei ha detto che sono solo bufale mediatiche create dalle malelingue. Meno male, perché non so voi ma io ero già pronta a prenotare il pullman per il pellegrinaggio verso Napoli e Sora.
E allora sì che l’estate si sarebbe fatta interessante.