Lettera I – iPost del cuore.

Sta tornando il freddo, anche se quest’ottobre non è poi così rigido come ci aspettavamo. Ogni sera mi infilo sotto le coperte e batto i denti; cerco di scaldarmi un po’ ma niente da fare. Puntualmente, allora, mi alzo, e invece di andare a cercare un panno stile nonna, mi vesto. Come se dovessi affrontare i -20 della Russia.
Apro i cassetti, cerco una tuta, me la infilo e dormo benissimo. Alla mattina mi sveglio che ho fatto la sauna, ma poco mi importa, almeno non ho sofferto.
Il punto qual è?, vi chiederete.
Il punto è che questa brutta abitudine, di vestirmi con pigiami infantili e per niente “da femmina” ce l’ho anche quando dormo con il mio moroso. Lui ha caldo, io ho freddo; non possiamo tenere la stessa coperta perché lui suda, ma non possiamo neanche tenere solo il lenzuolo, perché io rischio di morire ibernata, con le stalattiti che scendono dal naso. La soluzione quindi è semplice: indossare la tuta anti-sesso.

E dire che invece l’Intimo è così sensuale! Sogniamo di dormire con la nostra dolce metà vestite solo di una sottoveste leggera di pizzo e delle mutandine striminzite, fatte con la stessa quantità di tessuto di quei braccialetti di makramè che andavano di moda quest’estate.. E sogniamo di svegliarci coi capelli in ordine, senza le pieghe del cuscino impresse sulla faccia, con le sopracciglia tutte pettinate all’indietro e la coperta ancora rimboccata. Magari con gli uccellini e gli animali intorno come Olivia Newton John all’inizio di Grease.

Appunto, lo sogniamo.
Finito il sogno ci svegliamo e abbiamo una canottierina sexy q.b. (ovvero poco) coperta da una felpa trovata a caso nell’armadio, con scritto davanti ROSE GIRL BABY GLITTER (le scritte a volte sono uno specchio per le allodole, servono a focalizzare l’attenzione sulle lettere e non sulla felpa.. ma poi serve per andare a letto, a chi importa cosa c’è scritto?) e dei leggings neri anonimi. E poi, le immancabili: le calze. Altro che sottoveste di pizzo.. Però era un bel sogno, quello.

Consoliamoci: ci sono uomini che prediligono le cose comode piuttosto che quelle aggressive, da panterona della notte (ma, anche prediligendo la normalità non le disdegnano una tantum, sia chiaro). Forse perché capiscono il fattore “scomodità” – alcuni completi intimi sembrano talmente sintetici che rischiano di incendiarsi al minimo sfregamento. Giuro, è capitato, l’ho visto a Malattie Imbarazzanti. O forse a loro piace centellinare il piacere tenendo il sexy per le occasioni speciali. O forse sono freddolosi..
Per capirlo fate una prova: chiedetegli di dormire solo con un perizoma, o con una sottovestina di pizzo, o senza niente. Chiedetegli di tenere solo il lenzuolino perché voi avete caldo, e sbuffate se si rimbocca la canottiera (che si infilerà dopo 20 secondi netti) nelle mutande per non prendere aria al pancino.
Poi fatemi sapere.
– – –

Istruzioni per l’uso e lettera A 
Lettera B – Bello de mamma
Lettera C – Com’è possibile che prima […] ovvero, le amiche
Lettera D – Discussioni
Lettera E – Elucubrazioni mentali
Lettera F – Fiori
Lettera G – Galateo
Lettera H – Hard