Colpa mia? – #freeRossellaUrru

Ultimamente ho perso un po’ l’abitudine di passare in rassegna gli articoli su Google News, forse perché seguo con costanza un telegiornale alla tv e followo qualche testata su Twitter; di norma, quindi, sono abbastanza informata sui principali fatti del giorno. Ma una cosa mi è sfuggita.

Oggi sulla home page campeggia questa news: Napolitano incontra familiari di Rossella Urru.
Di Rosselle ne potrei conoscere in effetti, ma io di questa Urru io non ho mai sentito parlare.
Apro qualche link e scopro che è quella di cui ha parlato Geppi Cucciari durante gli ultimi minuti del Festival di Sanremo; una ragazza di neanche trent’anni cooperante del Cisp (non chiedetemi cosa sia, dovrei googlare anche questo), che è stata rapita il 22 ottobre 2011 in Algeria da Al Qaeda. In parole povere, Rossella Urru è da 120 giorni in ostaggio con altre due persone.
Ci sono pochi articoli sul web che ne parlano a fondo, gli unici li ho trovati sul Corriere e sul sito Italiah24.it, ma senza una gran quantità di dettagli, in realtà. Sono pressoché sicura, poi, di non aver mai sentito nulla alla tv, nemmeno per sbaglio.

Ci penso su un attimo.
E’ probabile che la notizia di Rossella Urru sia stata messa in ombra dalla Farnesina per non compromettere la contrattazione coi rapitori; ovvio che non me ne intendo, ma magari non sono graditi i riflettori puntati su situazioni come questa.
Ma è anche probabile che sia colpa mia, perché non mi informo a dovere – magari potrei comprare qualche quotidiano in più e andare oltre ad una veloce lettura dei titoli.

Però insomma, pensandoci bene.. Dalla tv ci fanno sapere di che colore sono le mutande di Belen, o addirittura sono in grado di dirci se le indossa o meno. Sappiamo tutto sui processi di Berlusconi, sulle tasse che dobbiamo pagare, sulle vicende della Germania e della Merkel, sui nuovi entrati del Grande Fratello, sui punti dello spread, sulla Costa Concordia e su Sarah Scazzi che ancora non trova pace. A ben guardare, sappiamo perfino che Elisabetta Canalis ha un nuovo fidanzato e che ha passeggiato con lui per le vie del centro di Roma prendendosi un trancio di pizza sulla via verso casa.

Colpa mia forse. Ma fino ad un certo punto.

[Per maggiori info – talvolta più aggiornate delle testate stesse: #freeRossellaUrru].